Odisseo - Acquaevento

Vai ai contenuti


LABORATORIO DI SCRITTURA POETICA
 

 
Destinatari: il laboratorio è aperto a tutti
 
Età minima: 10 anni
 
Numero massimo: 20 persone

Progettazione
 
Obiettivo generale
 
Si è sempre considerata la poesia come un qualcosa da studiare a memoria e che non c’entra nulla con la nostra vita, in quanto frutto della penna di personaggi un po' strani e particolari, i poeti. Se vogliamo far amare, capire e "costruire" la poesia, è necessario superare questa convinzione. La poesia si nutre della vita e la vita si arricchisce e viene capita nel suo profondo dalla poesia.
 
La vita è poesia e la poesia è vita.
 
Il nostro progetto mira a portare i partecipanti alla comprensione e alla consapevolezza del testo poetico, nel nostro caso, imperniato sul mito omerico.

È un
percorso per insegnare a fare poesia, per amarla in quanto mezzo per comunicare ed esprimere le proprie emozioni ed il proprio io.
 
 
Il laboratorio prevede un percorso incentrato sul parallelismo tra il relatore, che compie un'odissea interiore ed un viaggio fisico e geografico che lo riconduce alla sua agognata Ichnusa, e la figura di Odisseo che intraprende il viaggio di ritorno (nostos) verso Itaca. Attraverso la recitazione teatralizzata di alcuni poemi composti dal relatore, tratti dal volume Mare e amare, gli allievi potranno riflettere sulla condizione dell'esule, oltre che sulla nostalgia e sui sentimenti generati dalla lontananza dalla propria isola che accomunano ed uniscono in maniera intima ed indissolubile il poeta e l'eroe omerico nell'immaginare il viaggio di ritorno verso casa. Il mare nostrum, ora amico ora ostile, fa da sfondo.
 
 
Discipline coinvolte
 
Italiano, Mitologia classica, Arte e disegno.
 
 
Obiettivi specifici del laboratorio
 
Affinare le competenze linguistiche, comunicative ed artistiche;
 
Potenziare la socializzazione ed il confronto;
 
Motivare all'apprendimento basico delle tecniche di scrittura in versi;
 
Esprimersi in libertà giocando con le parole ed i colori.
 
Comprensione e descrizione di bisogni, sentimenti ed emozioni.
 
 
Obiettivi specifici di apprendimento

 
ITALIANO E MITOLOGIA
 
Utilizzare la poesia come fonte d'espressione dei sentimenti, della ricerca di sé, del piacere e diletto, per studio, e allo scopo di raccogliere idee nuove e personali per la composizione di versi.
 
Cos'è la poesia? A cosa serve la poesia? Catturare e liberare i propri pensieri.
 
Con rima o senza rima? I grandi classici in lingua latina e greca non usano la rima, ma fanno ricorso ad altri artifici retorici e virtuosismi (allitterazione, paronomasia, chiasmo, iperbato, ossimoro...).
 
Emulazione dei classici e contaminatio. Incastonate tra i versi, il lettore può trovare numerose citazioni di Omero, Archiloco, Saffo, Orazio e Virgilio.
 
Muse o musa? Chi sceglie chi. Chi sceglie cosa.
 
Temi. I temi trattati possono derivare da fatti concreti (personali o no), storici o mitici.
 
 
ARTE E DISEGNO
Rappresentazione e narrazione. Le abilità manuali degli allievi sono legate alla fantasia, all'allusione, all'immedesimazione e al mito.
 
 
Articolazione del percorso
 
Le attività si svolgeranno in due giornate, ogni incontro avrà la durata di due ore, al termine delle quali ci si prefigge la produzione di elaborati artistico-poetici sugli argomenti trattati che verranno raccolti in un fascicoletto per ogni partecipante e presentati durante la serata finale.
 

Prima lezione (2 ore)
 
Il mito omerico. Il relatore narra le avventure di Odisseo, con particolare riferimento al tema del mare, del ritorno a casa e della famiglia. Gli allievi disegnano alcuni episodi che hanno colpito la loro attenzione.
 
Il testo poetico. Il poeta recita alcune poesie della raccolta Mare e amare. Riflessioni e personificazioni del mito affidate agli allievi; breve studio di rime, assonanze, artifici retorici, metafore, similitudini. Ricerca sui testi poetici presentati.
 

Seconda lezione (2 ore)
 
Comporre una poesia. Cos'è la poesia e come si compone. Riflessioni ed attività pratica.
 
Poesie creative. Gli allievi comporranno dei versi (in piccoli gruppi o singolarmente) che verranno illustrati.
 

Serata finale:
Presentazione degli elaborati all'interno dello spettacolo "Acqua buona, acqua cattiva. Il nostos."
 
 
Docente: Filippo Melis, insegnante e linguista, si occupa da un ventennio alla scrittura e alla lettura poetica. Ha pubblicato tre raccolte poetiche: Mare e amare - Mar y amar, AQVA (Non ci sarà la morte) e LVTVM (Memoriae).
 
 
Costo a persona: 25 €
 
 
Per informazioni e iscrizioni: Filippo 345 61 18 668
 
Pagina web: www.acquaevento.eu




LOCANDINA                              SCARICA DOCUMENTO

Torna ai contenuti